19 settembre 2008

 

In mano a chi siamo?

Dissertazioni

Una domanda che più o meno tutti, in ogni ambito sociale, si sono posti almeno una volta nella vita: in mano a chi siamo.
Sorvoliamo (mi si conceda la licenza ironica) sull'imminente fallimento di Alitalia, abbassiamo lo sguardo e arranchiamo davanti agli evidenti problemi di ripresa economica, mettiamoci uno scafandro nel mezzo dei più evidenti fenomeni di maleducazione e degrado sociale, ma, porca miseria, possiamo domandarci se in questo Paese esiste qualcuno che ha la testa per occupare la posizione in cui si trova?
Ovviamente gli episodi che inducono tali domande sono numerosi nell'arco della vita, ma ogni volta dobbiamo cedere all'incredulità e chinare la nostra faccia nei palmi delle mani, sperando che almeno questa volta non sgorghino lacrime amare.
Il Messaggero di stamani, nell'anonima pagina 45, cronaca di Roma, riportava il fatto.
Venerdì 19 Settembre 2008
Rimossa auto che intralcia i lavori
E’ dell’assessore del IV municipio

Un’auto che intralcia i lavori di rifacimento di via Monte Rocchetta a Monte Sacro. I vigili che intervengono prontamente e la rimuovono. Ordinaria amministrazione in una città come Roma. Peccato che la macchina era dell’assessore ai Lavori Pubblici del IV Municipio, Fabrizio Bevilacqua. Alemeno stando alla denuncia dei capigruppo delle forze di opposizione del Pd, Sd, IdV, Verdi. «Sembrava di vedere un film di Totò ed invece era l'ennesima scena di ordinaria follia in IV Municipio».
«È incredibile che l'assessore ai lavori pubblici non sapesse che proprio davanti agli uffici del IV Municipio, in via Monte Rocchetta, questa mattina erano previsti i lavori per il rifacimento della strada - prosegue Federica Rampini, consigliere del Pd - Lavori peraltro segnalati correttamente dai vigili urbani con la segnaletica sia orizzontale che verticale». Per il presidente del municipio Cristiano Bonelli «l’assessore ha sbagliato e infatti ha pagato come un qualsiasi cittadino. Mi sembra però eccessivo che ad occuparsene siano addirittura tutti i gruppi dell’opposizione».
D.Des.
Dimenticandoci molto presto dell'inutile, ma onnipresente, risvolto politico, andiamo ad analizzare il fatto. Il signor Fabrizio Bevilacqua, nientepopodimeno che l'assessore ai lavori pubblici del IV municipio, aveva ben pensato di parcheggiare la proria vettura, nel suo municipio, di fronte agli uffici, di fronte ai cartelli apposti per l'occasione (le solite striscie plastiche bianco-rosse, con attaccati fogli A4 stampati e tibrati dal Comune di Roma, attaccate alla segnaletica verticale e poste longitudinalmente al marciapiede), proprio nel giorno in cui lui, o chi per lui, aveva decretato l'inizio dei lavori per il rifacimento del manto stradale.
Le possibili domande spontanee sono le seguenti:
1) se ne sarà dimenticato, non avrà letto i cartelli, nessuno gli ha rivolto la parola, nessuno lo ha visto compiere quell'azione, quindi avrà parcheggiato tranquillo?
2) avrà parcheggiato conscio dell'imminente opera, e si sarà dimenticato di toglierla?
3) avrà parcheggiato con atteggiamento strafottente, tanto lui era il signor assesore?
Ignari dell'effettivo svolgersi delle cose, rimaniamo qua col nostro italianissimo dubbio, che contrappone la solita prepotenza dei rappresentanti delle amministrazioni ai presupposti per una possibile infermità mentale del soggetto. Non vogliamo chiarimenti e stiamo benissimo così, speriamo solo che questa persona prenda coscenza del proprio ruolo all'interno dell'amministrazione, e si tiri su le maniche cercando di produrre qualcosa di significativo, senza necessariamente accusare la precedente gestione in caso di problemi sormontabili-ma-onerosi.

NB - Con la presente lettura non si vuol offendere nessuno ma solo trarre spunto per considerazioni innocenti (ho letto anche in virgolettato quanto detto da Cristiano Bonelli, ma mi pareva il minimo che la situazione si fosse risolta in quel modo, anche se sono stati omessi parecchi particolari...). L'opinione del cittadino va ad ogni modo rispettata, ma non ignorata, e presa anch'essa come spunto.

Buon Viaggio!

Commenti: Posta un commento





<< Home page

This page is powered by Blogger. Isn't yours?

Iscriviti a Post [Atom]