24 dicembre 2008

 

La Svizzera, la Svizzera, La Svizzera ...


Gli automobilisti svizzeri, perennemente invidiati per i più svariati motivi (le modifiche estreme legalizzabili in pochi istanti, le strade immacolate e la patente a vita), avranno tra non molto di che dover temere con terrore. Un articolo su Repubblica ci informa infatti che per marzo saranno introdotte norme ferree verso le infrazioni stradali più gravi e verrà ritoccato qua e là il codice stradale, vecchio di qualche anno.
Le principali novità saranno la possibilità che il veicolo, in caso di infrazioni gravi, venga confiscato e rottamato, l'obbligo di rinnovo decennale della patente e il divieto assoluto di segnalare postazioni autovelox, anche alle radio che pubblichino solamente le aree geografiche.
La prima di queste però ci lascia un po' perplessi, infatti dalle prime dichiarazioni non risulta chiaro se il veicolo in oggetto debba essere intestato al guidatore o sia indifferente, se guidatore e veicolo siano cittadini elvetici o anche stranieri, e infine che tipo di gravità di infrazione preveda questo tipo di "sanzione".
In Svizzera, da marzo 2009, tutti a noleggio!

Ricordo la fonte dell'articolo cui ci riferiamo:
Infrazione grave? In Svizzera ti distruggono l'automobile
sul sito de La Repubblica.

Buon viaggio, italiani!



Noleggio Auto

Etichette: , , , , , ,


15 dicembre 2008

 

Il Tutto Città

Dissertazioni

Il periodo dell'anno è quello giusto, data la consegna degli elenchi agli utenti cittadini, così volevo scrivere due righe su questo fedele compagno della vita automobilistica urbana.

Il mio primo incontro è stato da bambino, nel 1990 credo, quando ho cominciato ad appassionarmi al quartiere dove vivevo. Ormai l'età era abbastanza avanzata da potersi svincolare dalla via sotto casa e dallo sguardo dei genitori, e cominciare a esplorare il resto dell'universo, supportato solo dal proprio primo e insostituibile mezzo di locomozione: le gambe.
Ecco che parecchie vie del quartiere cominciano a prendere una forma, un senso, e vengono marcate come nuovo territorio di caccia, a tutto questo però mancava una risorsa concreta: una mappa.
Roma, si sa, non è piccola, per cui si doveva tener conto di alcuni importanti punti di riferimento, come vie, ponti, parchi, bar, edicole, per cui avevo preso l'abitudine di segnare cose interessanti (per un tredicenne) che trovavo in giro, sulla pagina del mio quadrante di un logoro, ma dignitoso, Tutto Città classe '87, quelli con le mappe arancioni. Ricordo ancora benissimo la copertina in carta pesante, con la scritta "Tutto Città" fatta a casette e palazzi, zero pubblicità all'interno, la mappa dei mezzi pubblici per le zone centrali e la tabella dei quadranti in ogni angolo di pagina...
Con gli anni si è passati dalla bicicletta al motorino, ed ecco trasformato lo stesso compagno di viaggio, che oramai era ridotto ad un insieme di pagine tagliate con indirizzi scritti a penna, a proprio vademecum. Quando c'era bisogno di raggiungere una zona sconosciuta, voilà, si tagliava via per bene una pagina con due quadranti, e si partiva alla conquista dell'ignoto. Va detto che anche le singole pagine dei Tutto Città vecchi erano più pesanti della attuali, quindi più resistenti, alcune avevano percorso numerosi chilometri e cicli di pellegrinaggio, ma nonostante tutto reggevano bene anche alle intemperie e al Castrol che impregnava il sottosella del Fifty.
Da motorino a macchina e da una macchina all'altra, questo inseparabile compagno ci seguiva subendo metamorfosi e cambi generazionali.
Dalla prima "cavia" datata 1987, sono passato alle annate 1991, 1992, 1995, 1998, 2000, 2001, 2003, 2004, fino all'attuale 2007. Veniva negli anni scelta sempre la copia dell'anno passato, e solo in rari casi quella dell'anno attuale. Alcune hanno retto meno il peso degli anni, a causa di uso improprio o costituzione fragile (dal 2000 al 2005 la copertina era diventata della stessa carta delle pagine, causando una degenerazione più veloce rispetto ai precedenti), e il luogo di custodia finiva per essere il loro stesso sarcofago. Angusti portaoggetti Fiat tasche degli sportelli o tappetini dei sedili posteriori non erano proprio il massimo, ma andava bene anche così, finché l'automobile in uso non avesse avuto a disposizione delle comode tasche dietro ai sedili anteriori.
Il luogo principe dove procacciarselo è il proprio condominio, che proprio in questo periodo di permuta elenchi, ha pile di carta a ogni angolo. Il cacciatore discreto sottrae solamente copie passate, una sola per se, mentre il più temibile predatore degli androni va saccheggiando le nuove copie in distribuzione, fregandole al vicino di casa o al dirimpettaio, non preoccupandosi della potenziale figura barbina se dovesse essere visto e riconosciuto dallo spioncino.
...e anche per quest'anno il cambio generazionale è compiuto: ho rimediato una copia nuovissima del Tutto Città 2007 e finalmente posseggo una topografia di Vigne Nuove e di Fiumicino, alla faccia di Mezzaroma e tutti quei guru dell'edilizia che fanno crescere quartieri nuovi come foglie a primavera, non preoccupandosi minimamente della viabilità e dei trasporti.
Senza alcuna meraviglia, noto che anche su questo aggiornamento non è stato incluso il quadrante completo di Torraccia, ma solamente le nuove zone dove sono sorti i centri commerciali... sono soddisfatto lo stesso, e quelli di Torraccia comunque sono tutti cittadini di serie B.
Nella speranza che gli idioti TomTom-dotati non superino mai in numero gli estremisti del cartaceo, auguro lunga vita al Tutto Città.
con questo è tutto.

Buon Viaggio!



Noleggio Auto

Etichette: , , , , , ,


This page is powered by Blogger. Isn't yours?

Iscriviti a Post [Atom]