13 ottobre 2008

 

Amore gira là

Scopiazzamenti

Aggiornamento con questo simpatico copy'n'paste dal numero di Ottobre di Barrio, rivista gratuita in distribuzione a Roma Nord.

EDITORIALE
del Direttore Michele Ruschioni

Amore gira là

Girà qua, vai di là, segui quella macchina lì, la strada giusta era quella di prima. Più meno questa è la conversazione tra un uomo e una donna quando sono in auto. Lui di solito guida, lei di solito si distrae mentre manda messaggi alle amiche o si guarda le unghie appena smaltate. Ad un certo punto esclama interdetta: l'uscita era quella! E lui che, masticando amaro, vede il bivio allontanarsi dallo specchietto retrovisore e già pensa a quanti chilometri in più dovrà percorrere. Buon senso vorrebbe che, mentre Lui guida, Lei gli dia una mano nell'indicare la strada. “Come q-u-a-l-e strada? Quella là.” Ovvio. Studiosi della semantica converranno: il vocabolario femminile è privo dei sostantivi “destra”, “sinistra”, “prima” e “dopo”. Nemmeno Freud riuscirebbe a decifrare un “gira là” urlato improvvisamente dalla donna di turno mentre attraversiamo piazza Ungheria. Guai poi a inveirle contro, potremmo urtare la sua sensibilità e sentirsi dire: “allora lì arrivaci da solo”. Che dichiarazione scontata: non che ci stesse dando una grossa mano. Se con le carte stradali le donne avessero la stessa dimestichezza che hanno con le carte di credito staremmo tranquilli. Perché ci irrita questa particolare incapacità delle donne? Semplice. Se fossero toponomasticamente più orientate noi maschietti non dovremmo abbassarci a chiedere a quell'anonimo passante la strada per arrivare in quel posto. L'uomo odia chiedere indicazioni, ancora di più se si tratta indicazioni geografiche. Se poi il ristorante\festa\locale da raggiungere è dentro i confini di Roma nord e noi non sappiamo arrivarci, abbassarsi a chiedere una indicazione sa di sconfitta socio geografica. Daremo senz'altro l'impressione di non essere della zona. Una vera e propria onta per chi è nato-vissuto-cresciuto tra la Camilluccia, l'Olgiata e viale Parioli.
Soluzioni: navigatore satellitare (scontata), utilizzo del taxi (costoso), la coppia si scoppia e va con due auto (consigliata). Così vediamo chi arriva prima lì.
Ricordo il sito ufficiale della rivista Barrio:
http://www.barrioroma.com/barrio/index.php

Buon viaggio!

Etichette: , , , , ,


This page is powered by Blogger. Isn't yours?

Iscriviti a Post [Atom]